01 settembre 2022

Gli agenti consegnatari, ruoli e funzioni

Cosa si intende per agente consegnatario? Quali sono le differenze fra debito di custodia e di vigilanza? Quali sono i compiti e gli adempimenti? Breve escursus sul tema.

PREMESSA


Il ruolo del consegnatario dei beni degli enti locali è normato dagli art. 93 e 233 del TUEL (testo unico enti locali) 267/2000.

Consegnatari1.JPG 

Consegnatari2.JPG

Dalla normativa si evince che sono soggetti con obbligo di tenuta del conto giudiziale tutti coloro che maneggiano denaro o beni di proprietà di un ente pubblico. Questi ultimi rientrano nei così detti agenti consegnatari a materia e ricomprendono tutte le figure a cui è affidata la gestione e la custodia di un bene mobile facente parte dell’inventario dell’Ente. Sono espressamente esclusi dalla tenuta del conto giudiziale, in quanto la conduzione non è riferibile ad un unico soggetto, i beni immobili e quelli equiparati ai beni immobili agli effetti inventariali (musei, pinacoteche etc..). A seconda del ruolo e delle funzioni svolte gli agenti consegnatari assumono diverse responsabilità nella conduzione dei beni, riconducibili fondamentalmente a due ordini di funzioni i consegnatari beni mobili per debito di vigilanza e i consegnatari beni mobili per debito di custodia. I consegnatari per debito di custodia sono coloro che hanno effettivamente in uso e in gestione i beni mobili inventariati mentre i consegnatari per debito di vigilanza sono individuabili nei soggetti che hanno in carico la conservazione provvisoria dei beni in attesa di rifornimento e distribuzione agli utilizzatori finali. I consegnatari per debito di vigilanza sono sottoposti a responsabilità amministrativa, tenuti alla resa del conto amministrativo, mentre i consegnatari per debito di custodia, tenuti alla resa del conto giudiziale, sono sottoposti a responsabilità contabile.
 

PROCEDURA DI DESIGNAZIONE E ADEMPIMENTI


L’atto di designazione, solitamente delibera di GM, individua il soggetto quale consegnatario dei beni, il regolamento di contabilità individua gli incaricati, le modalità di presa in carico e ne dettaglia le funzioni.
In linea indicativa gli adempimenti di un agente consegnatario per debito di custodia dei beni mobili sono i seguenti:
  • responsabilità per la corretta custodia, buon uso, conservazione e funzionalità dei beni affidati;
  • obbligo di segnalazione al servizio amministrativo patrimonio delle difformità o delle eventuali esigenze manutentive;
  • apposizione di un’etichetta identificativa sui nuovi beni e verifica della conformità del medesimo al contratto di fornitura;
  • registrazione dei passaggi di consegna per carico e scarico e tenuta dei registri inventario anche attraverso periodica ricognizione dei beni assegnati;
  • comunicazione ai competenti uffici delle necessità di sostituzione o alienazione di beni assegnati per inutilizzabilità, vetustà o esigenze di rottamazione;
  • denuncia alle autorità competenti per furti o sottrazioni indebite del patrimonio mobiliare custodito;
  • sottoscrizione del rendiconto annuale di gestione da approvarsi, secondo le modalità di cui all’art. 233 del TUEL 267/00, entro il 31 gennaio dell’anno successivo a quello in rendicontazione.
 

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA PER REDIGERE UN INVENTARIO, NOMINARE O GESTIRE I CONSEGNATARI O PRODURRE IL RENDICONTO DI GESTIONE?

 

 Contattaci ora. Scopri i nostri servizi di gestione locativa.